Perché nessuno parla? Tanto che gliene frega che la gente muore, i bambini nascono deformi o muoiono di eucemia… Io l’ho fatto per questa gente qui, perché io avevo tutto da perdere e niente da guadagnare in questa impresa e, infatti, ho perso tutto: come diciamo a Napoli, casa patria e onore… Io ho ancora gli incubi e la notte salto dal letto pensando ai miei errori passati. Chi me lo ha fatto fare… Carmine Schiavone

MG_3212-300x160

C’era una volta un re, anzi no… C’era una volta un regno chiamato Campania Felix, dove la terra era fertile e bellissima e la gente aveva tanta roba buona da mangiare ed era felice…”                                         Comincia così il racconto di Pulcinella ai bambini.     

Anche in Italia esistono filmaker che denunciano, vedi Michael Moore in America, fatti e misfatti; una regione bellissima , ora chiamata la terra dei fuochi.  Questo docufilm (con Maurisa Laurito, Don Maurizio Patriciello, Carmine Schiavone), affronta senza paura l’eco-mafia campana, che ha fatto diventare una discarica a cielo aperto di rifiuti tossici, quelli delle città produttive del nord: circa 10 milioni di tonnellate di rifiuti di ogni specie, un mix di veleni micidiali. Più di 6.000 roghi sono stati contati solo dal gennaio 2012 all’agosto del 2013, oltre 2.000 i siti inquinati censiti dall’Arpac.

Le istituzioni, colluse e omertose hanno dato modo di perpetrare un ecocidio, con le conseguenti inevitabili emergenze sanitarie, la dispersione di sostanze inquinanti nel suolo e nell’aria e l’inquinamento delle falde acquifere sono, infatti, strettamente correlati con l’incremento di varie forme di tumore. E proprio negli 8 comuni con il maggior numero di discariche di rifiuti censiti si registrano, infatti, i picchi maggiori: Acerra, Aversa, Bacoli, Caivano, Castelvolturno, Giugliano, Marcianise e Villaricca.

La situazione è esplosiva, affonda le radici indietro nel tempo e viene denunciata da anni da cittadini costituiti in comitati e associazioni, da un parroco coraggioso, don Maurizio Patriciello, da medici e Legambiente. Questo documentario è un viaggio nell’inferno di Terra dei fuochi e vuole essere un contributo di verità, ma anche di giustizia nei confronti dei tanti onesti cittadini campani che chiedono dignitosamente il riscatto del proprio territorio e l’affermazione dei principi di legalità e trasparenza.

 

There are no comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart

Nessun prodotto nel carrello.