Intervista telefonica di Giovanni De Santis  

Guglielmo Marchetti  Presidente Notorius Cinema

Andrea Stratta AD

 

Riapre lo storico Multisala Gloria di Milano completamente ristrutturato,

rilevato a gennaio scorso da Notorious Cinemas, riapre finalmente al pubblico dopo mesi di chiusura a seguito del lockdown con una nuova veste.

Il Multiplex, che beneficiava già di un’ubicazione strategica, ha subito un intervento completo di restyling nel periodo estivo, secondo le linee guida di un format innovativo di sala cinematografica sviluppato con l’expertise internazionale dell’Amministratore Delegato, Andrea Stratta, utilizzando materiali a basso impatto ambientale e nel rispetto delle nuove norme anti-covid per consentire flussi separati di ingresso e uscita.

In occasione della riapertura del Multisala Gloria, dopo la “pausa”, abbiamo chiesto le loro opinioni in merito a quanto trascorso e il prossimo futuro per questa lunga …attesa.

 

Giovanni De Santis:

L’impegno profuso negli ultimi anni da Notorius ha identificato una lungimiranza in un settore come il nostro pieno di incognite, di conseguenza ci può spiegare l’avventura nelle sale cinematografiche di proprietà e la ricerca di specificità che differenziano rispetto alle altre.

Andrea Stratta:

Le sale non sono di proprietà ma vengono gestite attraverso contratti di Locazione e di affitto di ramo d’azienda che permettono a Notorious di gestire le Multisale per un periodo di tempo piuttosto lungo.

Notorious gestisce le Multisale puntando su un modello strategico incentrato sulla qualità e confort di tutti gli spazi (Foyer, toilette e sala). Notorious vuole offrire ai propri clienti un’esperienza cinematografica di altissimo livello in modo che possano trascorrere due ore di intrattenimento indimenticabile. Le nostre Multisale sono state tutte ristrutturate (con materiali ecosostenibili) e le poltrone installate sono di ultimissima generazione e offrono il massimo del confort ai nostri spettatori. Ci differenziamo dai nostri Competitors per il livello di servizio che siamo in grado di offrire e per la grande varietà di prodotti Food and beverage che vendiamo nei nostri Concession Stand. Tutto questo ad un prezzo sempre più basso rispetto ai nostri Competitors. Tecnologia audio e video sempre di ultimissima generazione e sistema di biglietteria automatizzato che permette ai clienti di acquistare il biglietto on line senza la necessità di stampare il biglietto cartaceo.

GDS:

E’ inevitabile chiedere sul futuro prossimo venturo che ci attende, come lo vorrete cavalcare e come pensate di affrontare questo periodo inaspettato?

AS:

Nei prossimi mesi sicuramente il Mercato Cinematografico avrà una contrazione in termini di spettatori. Notorious grazie alla qualità delle sue strutture e alla qualità del servizio offerto cercherà di aumentare la propria quota di mercato cercando quindi di ridurre l’impatto negativo del mercato.

GDS:

Lo streaming sembra la faccia da padrone attualmente e nel prossimo futuro, siete pronti alla PVOD?

AS:

Crediamo che in Italia la Premium VOD non sia matura come negli USA. In questo momento non crediamo ci siano molti italiani pronti a pagare 21,99 euro per la visione domestica di un film. Noi vendiamo un’esperienza Out of Home e quindi per noi tutte le forme di visione di film in casa non rappresentano una vera minaccia. Sicuramente il fatto che un grande blockbuster non vada in sala può essere un problema ma ci auguriamo che nei prossimi mesi si possa tornare ad una situazione “normale”.

GDS:

Com’è il Vostro pensiero delle window da rispettare per gli altri segmenti dello sfruttamento del diritto, visto che siete sia esercenti che distributori e produttori???

Guglielmo Marchetti:

Crediamo che il modello di window che abbiamo conosciuto fino ad oggi abbia portato valore a tutta la filiera. In USA il cambiamento è partito e certamente questo influenzerà anche il modello di business in Europa. Ancora una volta il valore aggiunto per la sala cinematografica sarà il livello di esperienza che potrà dare al consumatore. Notorious Cinemas da questo punto di vista ha fatto le scelte giuste.

GDS:

Siamo obbiettivi, la domanda e scontata, è in atto una trasformazione epocale nell’entertainment?? C’era da aspettarselo (con o senza la pandemia come nel 19) e chi ne trarrà i benefici, questa volta??

GM:

Il cambiamento è scritto dall’avvento del digitale nessuna sorpresa, la pandemia ha solo accelerato il processo. I maggiori benefici saranno per chi ha il controllo dell’intera filiera e in particolare chi governa i contenuti.

GDS

Quali saranno i vantaggi o gli svantaggi??? Ci sarà più “democrazia” o “anarchia” per i cosiddetti indipendenti???

GM

Al centro di questo cambiamento è necessario mettere prima di ogni altra cosa il consumatore finale. L’innovazione tecnologica unita ai nuovi modalità di vita sociale sono il faro che ogni azienda deve seguire. Il cambiamento non va osteggiato, va cavalcato e considerato come fonte di opportunità. Ci saranno vantaggi per chi saprà ritagliarsi uno spazio nel solco del cambiamento tenendo conto della dimensione.

GDS:

Il mercato (Vostro) sarà ancorato all’ Italia o avete previsto un allargamento (grazie alla VOD) in Europa o con altri confini??

GM:

Quando parlo di dimensione mi riferisco alla necessaria crescita che un indipendente come noi deve necessariamente perseguire. L’internazionalizzazione è certamente una via di ulteriore sviluppo dalla quale non possiamo prescindere.

There are no comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart

Nessun prodotto nel carrello.