Veltroni Forever

Ci sono persone , in questa epoca, ma forse in tutte le epoche, di cui la società non riesce a liberarsi : si fanno notare , hanno successo , poi meno , alla fine lasciano e pensi che sia finita così. Invece no, te le ritrovi che sono rientrate dalla finestra , che risalgono dall’altra parte della collina , senza…

NOI E GLI AMERICANI

La vera differenza tra noi e gli americani è semplice: per noi l’arte, o quello che consideriamo arte o cultura, è appannaggio di una élite che nella sua assoluta superiorità ritiene di tutelarla indipendentemente dal fatto che sia capita o apprezzata o condivisa. Questa élite è rappresentata prevalentemente dalla sinistra ideologica, la stessa sinistra che oscura perché è volgare il…

Non avete ancora sentito niente

Sono passati ormai 90 anni da quel 6 ottobre 1927 in cui Al Jolson, corifeo del vaudeville, fece sentire la propria voce nel ruolo del protagonista del film “Il cantante di jazz”. Prima di allora il cinema era muto, nel senso che non parlava, ma non era del tutto silenzioso, infatti è sempre stato accompagnato da musica dal vivo, oppure…

Il mito del Low Budget

I cineasti sono generalmente colti da conati creativi che li inducono a produrre il loro film al di là della ragione e spesso al di la della convenienza. I più pragmatici si concentrano su soggetti che hanno perlomeno le caratteristiche per poter essere realizzati senza ingenti investimenti, ma i più visionari torcono la sceneggiatura sino a quasi spezzarla pur di…

Addio a John Heyman

“The Rocky Horror Picture Show” (1975), “Reds” (1981), “Black Rain” (1989), “Awakenings” (1990) e “Edward mani di forbice” (1990) sono alcuni tra i film che forse non avremmo mai visto se John Heyman, classe ’33, non li avesse finanziati. Nativo di Lipisa, in Germania, è morto venerdì sera a New York uno dei più illuminati professionisti dell’industria cinematografica. Aveva fondato negli…

  • 1
  • 2

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart

Nessun prodotto nel carrello.